Pubblicate dalla murikiman le prime 88 copie numerate e personalizzate del doppio CD “canzone da parati°° wallpaper song” che omaggia la “musique d’ameublement” di Éric Alfred Leslie Satie. Alla versione de-luxe per gli 88 diversi partecipanti della compilation seguirà quella in vendita al pubblico per l’etichetta “a simple lunch” http://www.asimplelunch.com/. I tempi di uscita sono previsti per novembre. L’edizione numerata comprende due cd audio, un cd di contenuti multimediali, un pezzetto di vera carta da parati e la descrizione dell’intera operazione. Gli autori sono stati chiamati a indicare per ogni brano un luogo dove ascoltare la song da parati e un’attività da svolgere durante l’ascolto. Il tutto è documentato con foto e descrizioni dettagliate.

canzone da parati°°wallpaper song

con °° with

ben presto <> shaun robert <> garage breakball <> enrico sorbello <> chris viard <> zebra & donkey <> dario d’alessandro <> gina pritti tutti al lago <> attilio fortini <> i santini del prete & elena romiti <> cucurbita maxima <> MADAPAG <> michela rossato & andrea mazzacavallo <> gianni lenoci <> daiji goto <> ratto goal <> the girls from vittoria <>  tiziana pretto <> chris silver T <> mauro sambo <> greta lazzari <> ivano nardi <> giacomo salis <> paolo sanna <> matilde sambo <> adriano orrù  <> silvia corda <> alberto collodel <> dirk bruinsma <> julia p & the strips <> wood&wool <> enrico fedi <> annamarie ignarro <> amy denio <> sigmund dreud <> paulo chagas <> nicola guazzaloca <> canecapovolto <> popol woof <> ancolmit <> marco manzardo <> yoko bono cups up! <> ignazio lago <> marfablu <> jacopo costa-heedless <> lisa folcato <> andrea tremolada <> penny topor <>  inés achilli bertozzi <>  in/elektra silvia cignoli & valentina guidugli <> törst <> N.N. <> iain halliday <> patrizio pica <> giuseppe savino & collettivo ned <> oblivian substanshall <> diggei giangi <> gaetano corallo <> gavino levoratto <> massimo giuntoli <> tuo cuggino <> antonio saccoccio <>  N.I.A.    <> laika facsimile <> tristi zarat <> gia & pin8 <> zazie kauffman <> effetto T <> san fufano <> harold H hardman <> ant sweat and the molds <> claudio sbadiglioni <> nefasto celiba  <> dove sono <> lapsus missiles <> eugenio sanna <> hummus pancarré  <> stefano zorzanello <> wolfman amadeus mozart <> +1relatives <> peter#KOMPRIPIOTR#holzknecht <> twin realities dreamers <> stefano giust <> OrcheStrafottente <> DJ deppenhorst <> le forbici di manitù

sergej wallpaper song

Per lungo tempo ho covato il desiderio di dotarmi di una siffatta compilazione. Grazie all’ingegno e alla bontà di 88 fantasiosi musicotappezzieri, la mia minuscola casa moderatamenteditrice, con il prezioso supporto dell’etichetta “a simple lunch”, può finalmente disporre di utilitarie sonorità da parati. Nemmeno le più luminose previsioni potevano darmi il quadro di una realtà cosi articolata e variopinta. Dalla popparati song al free tappezz fino al digiparat sound, ogni fonometrica espressione è qui degnamente rappresentata. La pubblicazione cade del tutto casualmente nell’anno del centenario (mese più mese meno) della insuperabile composizione d’ameublement “Tapesserie en fer forgé, pour l’arrivée des invités” di Monsieur Éric Alfred Leslie Satie. Ovviamente, ci siamo adoperati perché le coincidenze coincidessero. Mica siamo fatalisti! Il 1917, come peraltro il 2017, è un anno di incontrovertibili rotture. Certo, è anche l’anno in cui il nostro amabile amnesiaco sfoggia “Sonatine Bureaucratique”, meticolosa quanto indifferente composizione presa a prestito dal misurato Clementi. Per non dire di “Parade”, balletto dichiaratamente realista ancorché ballabile. Ma queste sono altre avventure. Le 88 parati songs, che ad una ad una sono confluite nel bazar muriki, sono l’espressione intima e singolare di tappezzerie casalinghe che hanno la rinfrescante funzione di arieggiare locali da tempo in preda a simpatiche muffe e insolite bestioline invertebrate. Non solo, ma le canzoni da parati si attengono anche al principio di non turbamento, vera piaga come si sa di ogni affaccendamento. Brevità, discrezione e climatizzazione sono alcuni dei principi attivi di cui si nutrono le canzoni da parati. Con giudizio e senza falsa modestia avvallano il sacrosanto diritto dell’orecchio (di qualsiasi orecchio) di preferir loro il silenzio. Non c’è relazione tra canzone e canzone. Eppure queste gemme da parati fluiscono magnificamente l’una sull’altra innescando una processione sonora costituita da brevi collisioni elettromagnetiche indolori. Un godimento privo di sbracati eccessi. Uno spasso per quanti amano portare il proprio udito a spasso. Dio protegga le canzoni da parati.

Miss Virginie Muriki

canzone da parati:wall paper song

88 pieces each lasting 88 seconds are part of this compilation

The sequence respects chronological order of arrival of the pieces

Audio recordings have not undergone any mastering process

Each participant contributed to the compilation free of charge

The first 88 copies of the compilation are home-made for the murikiman label

8 august 2016         ><          8 august 2017

canzone da parati
wallpaper song

 

Annunci